Mutui prima casa: approfondimento su rate e interessi

  • 7 Dicembre 2021
  • admin
  • Nessun commento

Se la tua intenzione è quella di acquistare la tua prima casa puoi trovarti nella situazione di dover richiedere un mutuo prima casa che ti possa aiutare ad avere a disposizione in poco tempo la liquidità necessaria per poter effettuare l’acquisto che desideri. Nel momento in cui si fa richiesta per ottenere un mutuo ci sono certamente alcuni aspetti da considerare con molta attenzione, tra cui ad esempio quelli relativi agli importi che sono previsti per il versamento delle rate mensili, i quali possono essere talvolta anche abbastanza elevati portandoci ad esempio a richiedere l’annullamento del mutuo, dato che non abbiamo la possibilità di provvedere al rimborso delle stesse. In questa guida tratteremo un approfondimento molto utile sugli importi delle rate mensili che sono previste per un mutuo e anche sugli interessi che sono applicate gli stessi, che sono in buona sostanza due aspetti principali da considerare per capire se una certa soluzione potrebbe essere davvero conveniente per noi oppure no.

Mutuo prima casa: le rate mensili

Il mutuo prima casa è un finanziamento che viene concesso a tutti coloro che hanno la necessità di ottenere una certa liquidità utile per l’acquisto di un nuovo immobile oppure di una casa. Si tratta di una certa somma di denaro che mi è utilizzata appositamente per questo scopo e che inoltre deve essere rimborsata entro un certo limite di tempo in base ad un preciso piano di ammortamento che prevede il versamento di rate mensili di importo più o meno elevato a seconda dei casi e delle singole soluzioni di credito che si scelgono. È molto importante capire come si compone la rata di rimborso di un mutuo. Tieni conto del fatto che la rata del mutuo rappresenta in sostanza la somma di denaro che a seconda del piano di ammortamento scelto al momento della sottoscrizione del mutuo stesso, il richiedente del mutuo deve provvedere a restituire all’istituto che lo ha concesso.

La rata del mutuo si compone inoltre di alcuni elementi, tra cui il capitale concesso in prestito da una banca o da una finanziaria, il tasso annuo che viene attribuito al finanziamento (spesso si tratta di un tasso di interesse fisso), oltre che dal numero delle rate annuali e dal numero di anni di durata del mutuo stesso. Tra i principali aspetti da valutare dei mutui e delle rate mensili dei mutui troviamo inoltre i tassi di interesse.

Occhio ai tassi di interesse applicati

Una banca o una finanziarie spesso applica su tutti i mutui prima casa un tasso di interesse che si compone di alcuni elementi particolari, tra cui l’Euribor, che è un tasso di riferimento, calcolato quotidianamente, che indica il tasso di interesse medio previsto per le transazioni finanziarie in euro, e lo spread, ovvero il divario presente tra i rendimenti o tra le quotazioni di più titoli oppure anche di uno stesso titolo nell’arco di una sola giornata. Tieni conto del fatto che spesso il tasso di interesse rappresenta l’elemento fondamentale per determinare l’importo della rata mensile prevista per il rimborso del mutuo.

Se ti rendi conto che stai rimborsando una rata mensile che risulta troppo elevata per le tue possibilità economiche, allora puoi richiedere anche l’annullamento del mutuo destinato all’acquisto della prima casa se dimostri che questo mutuo prevede un tasso cosiddetto di usura. Il tasso di usura è il tasso limite stabilito dalla Banca d’Italia oltre il quale il prestito o il mutuo si definisce usurario. Si tratta di un tasso che non può essere superiore al 25% del tasso effettivo globale medio che viene registrato almeno in un trimestre precedente, a cui si aggiungono 4 punti percentuali in più che sono definiti i punti di tolleranza. Le percentuali indicate di solito variano di anno in anno, ma i tassi usurai sono di gran lunga superiori rispetto a quelli medi.